Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La “Dolce vita” a Messina, sfruttamento della prostituzione




(foto fonte web ottimizzata per altriconfini)

(foto fonte web ottimizzata per altriconfini)

Un giro di “squillo” in Sicilia, ma anche nel nord Italia. I poliziotti del commissariato di Sant’Agata Militello  e la Squadra Mobile di Messina hanno condotto le indagini per i fermi di questa mattina.

Sono 14 le persone in stato di arresto, accusate di associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione.

L’indagine, denominata “Dolce vita”, ha portato al sequesto di tre locali notturni (con apparente denominazione di circoli privati) dove le ragazze erano costrette a prostituirsi.

Le indagini, iniziate più di un anno fa, hanno permesso di scoprire tre distinte organizzazioni criminali che reclutavano le donne soprattutto dall’est Europa ricorrendo spesso a veri e propri agenti o impresari.

Gli incontri con le ragazze conosciute nel locale si consumavano all’interno del locale stesso o in immobili messi a disposizione dai proprietari dei night o in alberghi.

Le giovani vittime della prostituzione “legalizzata” risultavano soci del locale affinché non avessero alcun contatto con l’esterno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *