Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Polizia stradale, postale e di frontiera, il bilancio di un anno


(foto fonte web)

(foto fonte web)

Tempo di bilanci per tutti, anche per la Polizia che a fine anno tira le somme su tutto il lavoro svolto.

Iniziamo subito con un dato positivo che ci arriva dalla Stradale: nel 2012 ci sono stati meno incidenti e meno vittime, più controlli su strade e autostrade, ma meno multe.

Il 2012 ha visto questa specialità della Polizia impegnata su diversi fronti: in operazioni mirate alla repressione di reati, come il traffico illecito di cuccioli e il rispetto degli animali durante il trasporto e in campagne di prevenzione, come il “Progetto Icaro” e “Guido con prudenza” rivolte ai giovani per la sicurezza stradale.

Non sono mancati gli impegni per le emergenze del paese: durante le abbondanti nevicate e il terremoto dell’Emilia, i poliziotti della stradale sono stati chiamati a gestire la complessa viabilità per garantire l’immediato intervento dei mezzi di soccorso. E purtroppo il bilancio conta anche un caduto, Maurizio Zanella, l’assistente capo che ha perso la vita investito sull’A/14 mentre interveniva su un incidente stradale.


(foto fonte web)

(foto fonte web)

Anche la Polizia postale chiude un 2012 di intensa attività investigativa con: arresti per reati telematici e pedopornografia, perquisizioni, monitoraggio di siti web in ambito pedopornografico, hacking e phishing, siti oscurati e controlli agli uffici postali.

E per concludere analizziamo il bilancio di un anno di lavoro in Frontiera, soprattutto per quanto riguarda la zona nord est del paese, che presenta molte problematiche trovandosi in una posizione geografica strategica: immigrazione clandestina, riciclaggio di veicoli, traffico di merci varie rubate o contraffatte dirette al mercato italiano o estero, contrabbando di tabacchi lavorati dall’est Europa verso il sud Italia, traffico di sostanze stupefacenti e importazione illegale di animali da compagnia dall’est Europa, sono questi i fenomeni di criminalità che hanno maggiormente impegnato la IV Zona Polizia di Frontiera di Trieste.

(fonte Polizia di Stato)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>