Una condanna a morte non è mai piacevole, neppure per il peggiore assassino. Aileen Wuornos, femmina letale, ha cercato di escogitare qualsiasi piano per sfuggire a questa sorte, senza successo. La sua rabbia si è rivoltata contro i giudici e con una furia devastante ha augurato a loro la sua stessa sorte, dichiarando di volerli vedere sodomizzati e violentati.

Una furia omicida, un istinto violento e una natura selvaggia che non ha abbandonato questa donna neppure il 9 Ottobre 2002, quando la sua vita è giunta al capolinea con un’iniezione letale.
Ma cerchiamo di partire dal principio. Cosa ha fatto Aileen Wuornos per meritare la pena di morte?
Stiamo parlando di una delle poche serial killer donna dei tempi moderni, con una personalità devastata dal suo passato ignobile e dalla violenza in cui è stata abituata a vivere.

Scheda

Nome: Aileen Carol Wuornos
Soprannome: La predatrice delle autostrade
Nata il: 29 febbraio 1956
Morta il: 9 Ottobre 2002
Vittime: 7
Modalità di uccisione: sparava alle sue vittime con una pistola calibro 22

Figlia di un molestatore di bambini, ucciso in carcere dagli altri detenuti, e di una donna che non ha perso l’occasione di abbandonare lei e il fratello dai nonni, Aileen Wuornos si è subito gettata fin da piccola in una vita fatta di vandalismo e violenza.

Facebook Comments

Pages: 1 2 3

Pages ( 1 of 3 ): 1 23Next »