(foto fonte web)

(foto fonte web)

(foto fonte web)
(foto fonte web)

Schiavizzavano giovani donne da destinare alla prostituzione, importavano armi in Italia e favorivano l’ingresso clandestino di cittadini extracomunitari. Per questo un gruppo criminale internazionale è stato smantellato, questa mattina, dalla Squadra mobile di Reggio Calabria in un’operazione che ha portato all’arresto di 5 persone.

L’indagine è nata in occasione del tentativo di omicidio, avvenuto il 12 dicembre 2008 a Reggio Calabria, nei confronti di due cittadini ivoriani da parte di personaggi legati alla criminalità organizzata locale. Gli investigatori hanno ben presto svelato l’esistenza di un gruppo criminale transnazionale specializzato nel traffico internazionale di armi, nello sfruttamento della prostituzione di giovani donne dei paesi dell’est europeo, nonché al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

La Squadra mobile reggina ha accertato che il gruppo criminale importava in Italia armi dalla Slovacchia facendole arrivare attraverso dei corrieri. La stessa organizzazione si occupava inoltre di reclutare giovanissime donne da destinare alla prostituzione, e in cambio di consistenti somme di denaro prometteva di far entrare in territorio nazionale immigrati clandestini dal Pakistan.

28/01/2013

(foto Polizia di Stato)

Facebook Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.