(foto fonte web)

(foto fonte web)
(foto fonte web)

Verona, martedì  6 novembre, arrestate due ragazze di 18 e 23 anni, di origini rumene per induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Le ragazze più grandi, ora nel carcere di Montorio, contrattavano, con i clienti, sulle prestazioni  e sul valore dell’atto, che avrebbero consumato da lì a poco, con la vittima, poco più che tredicenne.

A  denunciare l’accaduto, è stata la polizia municipale di Verona, che dopo la segnalazione di un’agente, ha scoperto quello che accadeva nei pressi del distributore di Palladio, vicino Porta Nuova.

Se i vigili non fossero intervenuti, la giovane avrebbe consumato, ancora e ancora, rapporti con sconosciuti che compravano il suo corpo di bambina.

Il colpevole chi è?

La ragazza che si prostituiva? Il cliente che comprava amore? Le ragazze che costringevano la vittima?

Facebook Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.